Autore: <span class="vcard">Alessio Balbi</span>

Secretary (2002) di Steven Shainberg: Una favola a tinte BDSM

Comincio subito col dire che chiunque sia capitato qui in cerca di un film sul BDSM stile Shiva Produzioni che faccia traballare la sua psiche verso un buco nero di disperazione e disgusto verso l’umanità oppure, dato che siamo in tema, per puro piacere sadomasochista, si trova nel posto sbagliato perchè Secretary (2002) di Steven Shainberg…


The Belko Experiment (2016) di Greg McLean: Violenza estrema sul posto di lavoro

Greg McLean, regista australiano conosciuto in Europa prevalentemente per aver scritto e diretto i due capitoli di Wolf Creek creando anche uno dei villan post 2000 più belli di sempre (il super-razzista cacciatore di turisti Mick Taylor), torna dietro la macchina da presa per mettere su schermo The Belko Experiment (2016) sceneggiato e prodotto da James…


#NEWS: Sam Raimi torna al lavoro con un fantasy!

Senza contare lo splendido episodio pilota della fighissima serie tv Ash vs Evil Dead, è dal lontano 2013 (Il grande e potente Oz con James Franco) che Sam Raimi non riprende in mano la macchina da presa. Secondo indiscrezioni starebbe per tornare, per conto di Lionsgate, alla regia con l’adattamento del romanzo fantasy Il nome del vento, primo…


”Corpo e anima” (2017) di Ildikó Enyedi: Come trovare l’amore in un mattatoio ungherese

Endre (Géza Morcsányi), uomo di mezz’età solitario col braccio sinistro paralizzato, lavora come direttore finanziario in un mattatoio di Budapest. Proprio sul luogo di lavoro incontrerà la nuova addetta al controllo qualità Mária (Alexandra  Borbély), donna asociale, fredda e maniaca dell’ordine tanto da essere schernita dai colleghi di lavoro che la credono un robot. Endre, subito…


”Hounds of Love” (2016) di Ben Young: Killer australiani efferati e maternità

In questi ultimi anni l’Australia, insieme ai vicini neozelandesi, si sta dimostrando uno dei poli cinematografici più attivi in grado di regalarci veri e propri capolavori come Babadook (2014), These Final Hours (2013), Mad Max: Fury Road (2015) e Predestination (2014); quando mi è stato consigliato non ho esitato, quindi, nella visione di Hounds of…


”Capture Kill Release” (2016) di Nick McAnulty e B.A. Stewart : POV di un omicidio

Piccola premessa di sensazioni: Scrivo (o almeno ci provo) per Shiva Produzioni già da un anno ormai, ma contrariamente a quanto si possa pensare non sono esperto di cinema estremo e più volte la curiosità di visionare un film ”malato”, stile Shiva, è stata soppressa dalle ragioni dello stomaco e dalla naturale conseguenza che ne…


#NEWS: Gaspar Noè sta lavorando ad un esperimento con VR

Negli ultimi anni, soprattutto in campo videoludico, non si fa altro che parlare della nuova tecnologia VR (virtual reality) capace di immergere i videogiocatori in mondi sempre più simili alla realtà, grazie ad un fotorealismo ormai capace di emulare quasi perfettamente il reale. Il team europeo Atlas V, formato da registi e produttori come Antoine Cayrol,…


”The Bad Batch” (2016) di Ana Lily Amirpour : tra cannibalismo e lunghi silenzi

Esiliata in una zona sperduta insieme ad altri reietti, una giovane donna fatica a trovare il proprio posto in questa società di drogati e cannibali isolati nel deserto.  Questa la sinossi che Netflix, distributore del film, utilizza per descrivere The Bad Batch (2016) secondo lungometraggio della regista iraniana Ana Lily Amirpour che già aveva deliziato il grande…


The Raid – Redenzione (2011) di Gareth Evans: il cult indonesiano che non ti aspetti

A Giacarta una squadra selezionata di venti uomini della polizia viene designata per portare a termine una missione ritenuta impossibile dai più: irrompere in un palazzo fatiscente di trenta piani per uccidere Tama Riyadi, signore del crimine indonesiano, che controlla l’intero blocco affittando le stanze ai peggiori criminali in circolazione o a famiglie disperate. Trama standard…


Frequencies di Darren Paul Fisher (2013) : Gloria alla fantascienza indipendente!

Tutti noi, chi più o chi meno, ci lamentiamo delle nostre vite perchè niente va come vorremmo e la maggior parte di noi tende ad attribuire l’evento ad una carenza di fortuna, una variabile che non possiamo controllare ma che è semplicemente data, non modificabile, costringendoci a subirne gli effetti. E se invece vivessimo in…