Categoria: Storia del Cinema

10 film a tema SADOMASO da vedere a S. Valentino (aka 50 sfumature levate proprio)

Il rapporto tra dominatore e dominato è ricolmo di amore, la totale dipendenza tra le parti è un sentimento assai forte che ci lega anche nella vita quotidiana. Ma cosa succede quando si aggiunge il dolore fisico a questa dipendenza? Quali caratteristiche ha la mente di chi si addentra in queste pratiche? Come vedremo sembra…


Un maestro italiano: il cinema di Giuseppe De Santis

Giuseppe De Santis, “ciociaro della costa” come amava definirsi, non ha nemmeno trent’anni quando inizia a lavorare al suo primo lungometraggio, Caccia Tragica (1947). Eppure, non è con il primo film che il suo nome balza agli occhi della cinematografia italiana; infatti, poco più che ventenne, è la firma più importante (e autorevole) della rivista…


“WOMEN IN REVOLT”: La Vagina come Volontà e Rappresentazione

La rivoluzione non è più che un sentimento. (Pier Paolo Pasolini)   Difficile dire se e quanto possa risultare attuale il cinema underground e sperimentale degli anni Sessanta e Settanta, o più in generale tutta l’opera della Factory di Andy Warhol (al di là della solita etichettante litania di anticipatrice dell’estetica del consumismo e della…


“La morte corre sul fiume”: il confine tra la luce e l’ombra

All’origine del cinema, forse, ci sono le ombre cinesi. Chiazze nere, amorfe che si agitano su uno sfondo luminoso. Un contrasto, un conflitto elementare da cui si sprigiona la primitiva sensazione di movimento e di intrattenimento. Chissà se sono tornate in mente a Charles Laughton, le ombre cinesi, quando ha approcciato la regia del suo…


Macbeth secondo Welles e Polanski

Nel 1948 il genio del cinema americano Orson Welles coronò il sogno di trasporre cinematograficamente Macbeth: l’opera più sanguinaria di William Shakespeare e – forse – la prima vera storia dichiaratamente pulp della letteratura. Con un budget irrisorio (60.000 dollari) e un contratto di 23 giorni, il regista riuscì a portare a compimento l’impresa filmica, realizzando un capolavoro assoluto…


“The Blair Witch Project – Il mistero della strega di Blair” di Daniel Myrick & Eduardo Sanchez

Allora, è da un po’ che qui non si parla di cult, forse anche da troppo. Dunque è arrivato il momento di ridare uno sguardo ad uno dei cult più noti degli anni novanta, The Blair Witch Project. Dico “ridare” perché non è la prima volta che su Shiva Produzioni parliamo di questa pellicola, Andrea…


[TOP 10] John Carpenter: il vero orrore è il consumismo

Come ogni Halloween ecco lo speciale dedicato al cinema classico dell’orrore. Quest’anno analizziamo 10 opere del maestro John Carpenter che, ovviamente, non è stato importante solo per il cinema horror. Dietro alla sua violenza e al suo humor c’è sempre stato un messaggio politico: da Essi Vivono a Christine il regista ha sempre voluto criticare il sistema capitalista basato sul possesso. Entriamo…


TUTTE QUELLE CASE NEL BOSCO FOR DUMMIES

Raccomandandone la lettura soprattuto agli appassionati del genere, questa guida propone un riepilogo dettagliato sulla struttura principale di un teen slasher e, in occasione della notte di Halloween, dispensa alcuni consigli su quale film horror guardare in compagnia dei vostri amici in una sperduta casa nel bosco. REQUISITO 1 – IL GRUPPO DI STUDENTI Per cominciare,…


DA FACCIA DI CUOIO, A “LEATHERFACE” DI MAURY E BUSTILLO: NON APRITE QUELLA PORTA, PER PIACERE…

Tobe Hooper, scomparso lo scorso 26 agosto, resterà nella storia per un unico, straordinario capolavoro: The Texas Chainsaw Massacre (1974), da noi – una volta tanto – felicemente ribattezzato come Non aprite quella porta. Un film tra i cardini del “New American Horror” di quegli anni, e tutt’oggi capace di terrorizzare con ineguagliata classe. Di…


Dogpile95: L’ironica risposta della Troma a Lars Von Trier

Copenaghen, lunedì 13 marzo 1995: i due registi danesi Lars Von Trier e Thomas Vinterberg decisero di creare un movimento cinematografico basato su un decalogo formato da dieci regole incredibilmente noiose, che formano il loro  manifesto programmatico. Il loro obbiettivo? ”Purificare” il cinema da effetti speciali e investimenti miliardari rinunciando a luci, scenografie, colonna sonora e…