Categoria: Cinema degli Eccessi

SHORTBUS (2006) DI JOHN CAMERON MITCHELL: We agree to come from a place of Love

Uscito nel 2006, Shortbus è il secondo lungometraggio di John Cameron Mitchell, un film che in Italia non può vantare un’accoglienza felice. Rifiutato da diversi multisala e assediato dalle polemiche a Cannes perché definibile a tutti gli effetti un porno, ha avuto una diffusione quasi inesistente (distribuito in meno di cento copie per il rifiuto…


“Hellraiser” (1987) di Clive Barker. Sessualità dolente di organi sfibrati e palpitanti di ganci appesi.

Ami che s’interpolano alla carne. Guance. Lombi. Scapole. Capezzoli. La pelle si apre in un’apoteosi di urla e gemiti. Soffriamo. Soffro. Screzi tra di noi. Ah, mio Dio. Stringo il mio scalpo nella mano, stretto, gocciolante. I nervi danzano beati. Godo. Battono denti e mandibole come nacchere nelle feste. Vengo. Stringo l’espressione dolorante mentre estendo…


“SICK. THE LIFE AND DEATH OF BOB FLANAGAN, SUPERMASOCHIST”: IL MASOCHISMO COME INNO ALLA VITA

Bob Flanagan (New York 1952 – Los Angeles 1996) è stato un artista piuttosto eclettico, un poeta e senz’altro uno dei più celebri body performer del mondo. Fare del suo stesso corpo il proprio strumento espressivo, è stato in parte piuttosto naturale: Bob era infatti un masochista… anzi, con un riferimento ironico alla cultura pop,…


10 film a tema SADOMASO da vedere a S. Valentino (aka 50 sfumature levate proprio)

Il rapporto tra dominatore e dominato è ricolmo di amore, la totale dipendenza tra le parti è un sentimento assai forte che ci lega anche nella vita quotidiana. Ma cosa succede quando si aggiunge il dolore fisico a questa dipendenza? Quali caratteristiche ha la mente di chi si addentra in queste pratiche? Come vedremo sembra…


“Il Portiere di Notte” di Liliana Cavani – L’identità di vittime e carnefici tra passato e presente

Chissà se pure voi avete il cervello malato che segue il mio stesso schema di associazioni mentali. Se siete anche voi nati negli anni ’90, è probabile che, uno dei primi, se non addirittura il primo contatto con il concetto di BDSM sia sopraggiunto dal mondo del giornalismo sportivo. Era il 2008 – porcogiuda, sono…


Ecco l’impero dei sensi: l’erotica ossessione sentimentale di Nagisa Oshima

Nella contraddittoria Tokyo del 1936 troviamo Sada Abe, giovane tuttofare al servizio dell’alberghetto di Kichizo ‘Kiki san’ Ishida, che gestisce insieme a sua moglie. Tra i due nasce e si consuma un’estasi travolgente che li porta a consumare la propria passione dimenticando ogni stralcio di razionale quotidianità, costretti dal proprio amore ad amplessi ossessivi e…


“WOMEN IN REVOLT”: La Vagina come Volontà e Rappresentazione

La rivoluzione non è più che un sentimento. (Pier Paolo Pasolini)   Difficile dire se e quanto possa risultare attuale il cinema underground e sperimentale degli anni Sessanta e Settanta, o più in generale tutta l’opera della Factory di Andy Warhol (al di là della solita etichettante litania di anticipatrice dell’estetica del consumismo e della…


Wetlands (2013): pudore non ammesso

NO SPOILER Qualche giorno fa sono incappato per caso in uno dei più film più controversi, strani, spudorati che abbia mai visto. Il film di cui sto parlando si intitola Wetlands (lett: zone umide), e se non ne avete mai sentito parlare c’è un motivo. Wetlands è un film del 2013 diretto David Wnendt, regista tedesco…


” UN LAC ” DI PHILIPPE GRANDRIEUX: L’osmosi del corpo con la natura, il distacco e la violenza.

Un lac, di Philippe Grandrieux (Francia, 2008 – Durata: 90 min)   Il silenzio esteriore diventa rumore assordante, urla, bava alla bocca. Il silenzio è caos; è morte, come quella che potrebbe venir a prendere Alexi durante uno dei suoi attacchi epilettici con la neve che gli congela la pelle. Un Lac non è un…


”Capture Kill Release” (2016) di Nick McAnulty e B.A. Stewart : POV di un omicidio

Piccola premessa di sensazioni: Scrivo (o almeno ci provo) per Shiva Produzioni già da un anno ormai, ma contrariamente a quanto si possa pensare non sono esperto di cinema estremo e più volte la curiosità di visionare un film ”malato”, stile Shiva, è stata soppressa dalle ragioni dello stomaco e dalla naturale conseguenza che ne…