Categoria: Cinema degli Eccessi

[TOP 10] John Carpenter: il vero orrore è il consumismo

Come ogni Halloween ecco lo speciale dedicato al cinema classico dell’orrore. Quest’anno analizziamo 10 opere del maestro John Carpenter che, ovviamente, non è stato importante solo per il cinema horror. Dietro alla sua violenza e al suo humor c’è sempre stato un messaggio politico: da Essi Vivono a Christine il regista ha sempre voluto criticare il sistema capitalista basato sul possesso. Entriamo…


DA FACCIA DI CUOIO, A “LEATHERFACE” DI MAURY E BUSTILLO: NON APRITE QUELLA PORTA, PER PIACERE…

Tobe Hooper, scomparso lo scorso 26 agosto, resterà nella storia per un unico, straordinario capolavoro: The Texas Chainsaw Massacre (1974), da noi – una volta tanto – felicemente ribattezzato come Non aprite quella porta. Un film tra i cardini del “New American Horror” di quegli anni, e tutt’oggi capace di terrorizzare con ineguagliata classe. Di…


L’Esorcista – la trilogia del Male

Nel nord dell’Iraq, sito in un’area archeologica, Padre Lankester Merrin rinviene la statuetta di un antico demone, Pazuzu. Nel medesimo spazio temporale, a Washington, una ragazzina di nome Regan è vittima di misteriosi e inquietanti avvenimenti che sconvolgono la madre Chris, celebre attrice americana che non riesce a comprendere quale turbe psicotica possa aver attaccato…


Trash Humpers + Ken Park: we love Harmony Korine!

Trash Humpers, opera in cui 4 vecchi si accoppiano con i cassonetti della spazzatura, ci rappresenta tutti. Rappresenta la nostra perversione verso il cinema trash, verso il cinema del disgusto. Parla di noi, che con Pink Flamingos di John Waters faremmo sesso tanto ci esaltiamo alla visione. Ken Park, invece, distrugge l’adolescenza con le mani callose dell’età adulta. Una cosa…


POLYTECHNIQUE – Denis Villeneuve e il massacro del Politecnico di Montréal

“Sebbene i media mi attribuiranno l’epiteto di “Killer Folle”, io mi considero un erudito razionale che solo l’apporssimarsi della Morte ha forzato a compiere gesta estreme. […] Essendo un nostralgico retrogrado (eccetto per la scienza), le femministe mi hanno sempre fatto infuriare. Loro voglio tenersi i vantaggi di essere donna (assicurazioni meno costose, congedi per…


L’INCARNAZIONE ANIMATA DEL DIAVOLO: GLI OAV DI “DEVILMAN” DI GO NAGAI

Il 1972 è un anno fondamentale per la carriera di Go Nagai, durante il quale il grande mangaka crea alcune fra le sue opere più celebri. Tra queste Mazinga Z, il primo dei moderni Super Robot – che vede la luce come manga ad ottobre, seguito a ruota dall’anime a dicembre. Ma l’iconico robottone dai…


[TRA CINEMA E PITTURA] “The last family”: Jan P. Matuszynski incontra Zdzisław Beksiński.

“Tra Cinema e Pittura” si pone l’obiettivo di dare ai lettori un contenuto che possa stimolare sul piano cinematografico e storico-artistico, analizzando sotto questi due punti di vista delle corrispondenze presenti in scene, sequenze o inquadrature di pellicole le quali si sono ispirate, visivamente o concettualmente, ad opere pittoriche, in aggiunta ad intere pellicole dedicate agli…


Ben Wheatley: dall’Inghilterra con furore (Le MONOGRAFIE degli ECCESSI)

  Ben Wheatley da video-maker passa ad essere regista di lungometraggi e in un lampo conquista l’Inghilterra: con i suoi primi due film, Down Terrace e Kill List, viene nominato per otto categorie ai British Independent Film Awards. E’ fatta, ora Ben può attraversare la manica e arrivare ad essere famoso in ogni angolo del mondo in cui si parla di…


Dogpile95: L’ironica risposta della Troma a Lars Von Trier

Copenaghen, lunedì 13 marzo 1995: i due registi danesi Lars Von Trier e Thomas Vinterberg decisero di creare un movimento cinematografico basato su un decalogo formato da dieci regole incredibilmente noiose, che formano il loro  manifesto programmatico. Il loro obbiettivo? ”Purificare” il cinema da effetti speciali e investimenti miliardari rinunciando a luci, scenografie, colonna sonora e…


CHAOS REIGNS: la monografia di Lars Von Trier (ft. Federico Frusciante)

Ormai lo sappiamo, Lars Von Trier sta lavorando al suo nuovo film, “The house that Jack Built” con protagonisti Uma Thurman e Matt Dillon, ispirato dalla storia di Jack lo squartatore e che verrà presentato al Festival di Cannes 2018. Nell’attesa spasmodica per questo nuovo film non ci resta altro che ripassare la carriera del regista danese, una carriera costellata…