Categoria: AuCinéma (Ultime uscite in sala)

“MAZINGA Z INFINITY”: ETERNAL SUNSHINE OF THE KOSHIRYOKU BEAM

Go Nagai e la Toei me l’hanno fatta. Da Mazinga Z Infinity, film d’animazione per festeggiare i 50 anni di carriera del Maestro, non mi aspettavo in realtà molto. Visivamente interessante, certo… ma data la scarsa propensione di Nagai per una continuity forte, non credevo troppo neppure alla storia del sequel. Del resto Mazinga Z…


IN SALA: “UNA QUESTIONE PRIVATA” di PAOLO e VITTORIO TAVIANI

La guerra è nebbia, la guerra è inverno. La vita è sole, la vita è primavera. Parte da questo semplice ma potente binomio ambientale (ma anche narrativo) il nuovo film di questi due pilastri del cinema italiano, che proprio come Olmi un paio d’anni fa, nonostante l’età (uno è del ’31 e l’altro del ’29),…


IN SALA: “IT” DI ANDRES MUSCHIETTI

I clown, persone che di professione si truccano per far divertire la gente, in particolare i bambini, possono essere tremendamente spaventosi. Non serve star qui ancora una volta a raccontare le cruente biografie dei più noti interpreti del XIX secolo, nemmeno a citare i sanguinosi risvolti nei quali incappano di continuo in altri grandi racconti entrati…


IN SALA: “BLADE RUNNER 2049”, DI DENIS VILLENEUVE

Togliamoci subito il dente: era necessario un sequel di Blade Runner? Assolutamente no. Ma c’è da farsi anche un’altra domanda: è indispensabile indignarsi a prescindere, ogni maledetta volta che viene annunciata l’ennesima ri-edizione di un classico? Forse abbiamo tutti cose più importanti da fare, e da dire. La cosa interessante è invece discuterne, e cercare…


IN SALA: “MADRE!”, DI DARREN ARONOFSKY

Una casa isolata da tutto e da tutti, un poeta, e la sua bellissima mogliettina. La pace, la tranquillità, i tempi e gli spazi per scrivere, tutti gli aspetti potenzialmente incorraggianti di un soggiorno lontano dalla civiltà sono distorti e deformati davanti ai nostri occhi già a partire dall’incipit di Mother!. Le pareti, i mobili,…


IN SALA: “GATTA CENERENTOLA” DI ALESSANDRO RAK, IVAN CAPPIELLO, MARINO GUARNIERI e DARIO SANSONE

Qualcuno si ricorda di Domeneghini e il suo La rosa di Bagdad? Bozzetto e Manuli? O, più recentemente, il successo dei film di Enzo d’Alò? Pensare che l’animazione sia una sorta di tabù per l’Italia è quanto di più sbagliato e scoraggiante: l’hanno capito quelli della Mao, giovane casa di produzione napoletana di giovani napoletani…


IN SALA: “A CIAMBRA”, DI JONAS CARPIGNANO

La storia di Jonas Carpignano è di quelle che ci piacciono: giovane, italiano, cresciuto tra Roma e New York, diplomato in una scuola americana, dopo vari corti arriva Mediterranea (Semaine de la critique a Cannes 2015 e poi Sundance), e ora il trionfo alla Quinzane des relisateurs a Cannes 2017: A ciambra è il secondo…


IN SALA: “BABY DRIVER” DI EDGAR WRIGHT

Siete in auto, in città. Magari è la coda di una calda giornata estiva che presto – si spera, ma poi non succede mai – svolterà in una serata magari un po’ più fresca. Sensi unici, semafori rossi, zone a traffico limitato vi incanalano nel grigiume urbano, l’aria viziata dell’abitacolo diventa sempre più insostenibile e…


The Devil’s Candy: il diavolo tra horror e musica metal

Nel 2010 il regista australiano Sean Byrne ci aveva deliziato con il suo esordio The Loved Ones, che aveva accolto favore di critica e pubblico. Sette anni dopo arriva in Italia, grazie a Midnight Factory, il suo secondo lungometraggio, The Devil’s Candy, dal oggi 7 settembre nelle nostre sale. Jesse Hellman (un Ethan Embry dall’aspetto…


IN SALA: “DUNKIRK”, DI CRISTOPHER NOLAN

Esistono film di guerra ed esistono film sulla guerra. Esistono cioè film che scendono alle radici del conflitto umano, e che si interrogano su cosa abbia portato gli uomini a fronteggiarsi e ad uccidersi: Orizzonti di gloria, Va’ e vedi, Apocalypse Now, Full Metal Jacket, La sottile linea rossa, No Man’s Land… E poi ci…