Categoria: Monografie

CHAOS REIGNS: la monografia di Lars Von Trier (ft. Federico Frusciante)

Ormai lo sappiamo, Lars Von Trier sta lavorando al suo nuovo film, “The house that Jack Built” con protagonisti Uma Thurman e Matt Dillon, ispirato dalla storia di Jack lo squartatore e che verrà presentato al Festival di Cannes 2018. Nell’attesa spasmodica per questo nuovo film non ci resta altro che ripassare la carriera del regista danese, una carriera costellata…


The best of Shinya Tsukamoto

Shin’ya Tsukamoto nasce a Tokyo nel 1960, a soli 14 anni riceve in regalo una videocamera Super 8, strumento che gli cambierà per sempre la vita. Si diplomerà all’accademia d’arte di Tokyo e tra il 1986 e il 1987, con la sua fedele Super 8, dirigerà i suoi primi due mediometraggi (“A Phantom of Regular…


“ECHI DA UN REGNO OSCURO” DI WERNER HERZOG – DOCUMENTARI DALLA FINE DEL MONDO (PARTE IV)

Gli anni ’80 sono sicuramente i più provanti in assoluto nella carriera del vecchio Werner. Si aprono col colossalmente utopico sforzo produttivo di Fritzcarraldo, continuano con il desertico Dove sognano le formiche verdi e si concludono con lo snervante Cobra verde. Tre film in un decennio, davvero pochi se messi a confronto con i ben…


Paolo Villaggio. Mostruosamente oltre il Ragionier Fantozzi

Roma 3 Luglio 2017 ore 6 del mattino. Paolo Villaggio ci rende orfani di uno sceneggiatore, un attore, un personaggio televisivo ed un uomo straordinario, troppo spesso identificato come il suo personaggio più celebre e, sotto un certo aspetto, il più terribilmente vicino alla realtà. Il che è un peccato vista la quantità di cult…


Nicolas Winding Refn: Il danese elettrico (Monografia)

Nicolas Winding Refn nasce a Copenaghen nel 1970, cresciuto a pane e Cinema underground si trasferisce in America dove frequenta l’Accademia d’arte drammatica per poi tornare nella propria terra madre, dove gira un cortometraggio che attirerà le attenzioni di un produttore e che diventerà un lungometraggio: sto parlando del primo Pusher. I due film successivi (Bleeder e Fear X)…


“Non essere cattivo” di Claudio Caligari: il testamento tossico di un genio

Terzo atto della filmografia di Claudio Caligari, dopo aver analizzato il disagiato Amore Tossico ed il criticissimo L’odore della notte ci avviamo verso il conclusivo Non essere cattivo. Ah, attenzione, la recensione potrebbe contenere spoiler riguardanti queste opere.                                        …


Il Cinema Di Paolo Sorrentino

Il cinema di uno dei registi italiani, moderni, più discussi e chiacchierati in assoluto, in quanto Paolo Sorrentino ha sempre avuto questa peculiarità di spaccare, in modo netto, il suo pubblico a metà: c’è chi lo adora follemente, tra virtuosismi estetici e lente contemplazioni, e chi lo detesta, attribuendo al suo cinema un’inutile pomposità, e…


I mediometraggi degli anni ’70 di Werner Herzog – Documentari dalla fine del Mondo (Parte III)

Dopo la prima esperienza del ‘71, negli anni seguenti l’Herzog documentarista si trova del tutto scavalcato dall’Herzog regista di finzione. La stagione è quella dei grandi capolavori della sua filmografia, che il bavarese disseminerà per quasi due decenni, partendo da Aguirre, furore di Dio del ’72, passando per Fitzcarraldo dell’82 e culminata con Cobra Verde dell’87,…


“L’odore della notte” 1998 di Claudio Caligari

Secondo atto sul cinema secondo Claudio Caligari che nel 1998, prima di Non essere cattivo, poté tornare a spiegarci come si mettono immagini su pellicola. – Un po di roba per me – E perché – Sennò è na tragedia Quindici anni dopo Amore tossico del 1983, Claudio Caligari riesce a girare un nuovo lungometraggio ma…


Il Cinema di Lech Majewski

Il cinema del grande regista, o per essere più precisi, del grande artista polacco Lech Majewski è sicuramente suggestivo, criptico, peculiare, ma è allo stesso modo interessante e fin troppo efficace, poiché realizzato con una potenza visiva unica, splendida, sublime, rientrando appunto in un tipo di cinema che fa dell’immagine la propria colonna portante. E’…