Mese: novembre 2017

BORGMAN – Fiaba nera e surreale sull’onnipresenza del male

Un cacciatore, un fabbro e un prete si armano fino ai denti e si dirigono con ferocia determinazione nei boschi con l’obiettivo di stanare e catturare qualcuno. Dalla sua tana sotterranea, Borgman emerge e si dà alla fuga, avvisando del pericolo altre persone che sembrano vivere sottoterra come lui. E’ sporco, malandato e malvestito quando…


Detroit, la devastante guerriglia urbana del ’67 nel magistrale lavoro di Kathryn Bigelow

Detroit, luglio 1967: tra le strade della città si consuma un vero e proprio massacro ad opera della polizia, in cui perdono la vita tre afroamericani e centinaia di persone riportano gravi ferite. La rivolta successiva a questo episodio è motivo di disordini senza precedenti, tanto da costringere ad una presa di coscienza su quanto…


”The Bad Batch” (2016) di Ana Lily Amirpour : tra cannibalismo e lunghi silenzi

Esiliata in una zona sperduta insieme ad altri reietti, una giovane donna fatica a trovare il proprio posto in questa società di drogati e cannibali isolati nel deserto.  Questa la sinossi che Netflix, distributore del film, utilizza per descrivere The Bad Batch (2016) secondo lungometraggio della regista iraniana Ana Lily Amirpour che già aveva deliziato il grande…


“RICK AND MORTY” SEASON 3: VERSO L’INFINITO, E OLTRE!… E OLTRE!… E OLTRE!… ∞

La concorrenza certo non manca, e tre stagioni sono indubbiamente un bel traguardo per una serie televisiva di qualità. Per quanto, a volte, si debba iniziare a fare i conti con la stanchezza e la scarsità di idee… … Ma ovviamente questo non c’entra un cazzo con Rick and Morty, poiché la terza season è…


The Raid – Redenzione (2011) di Gareth Evans: il cult indonesiano che non ti aspetti

A Giacarta una squadra selezionata di venti uomini della polizia viene designata per portare a termine una missione ritenuta impossibile dai più: irrompere in un palazzo fatiscente di trenta piani per uccidere Tama Riyadi, signore del crimine indonesiano, che controlla l’intero blocco affittando le stanze ai peggiori criminali in circolazione o a famiglie disperate. Trama standard…


OCULUS – IL RIFLESSO DEL MALE (2013): LA BOTTA DI (O)CULU(S) DI MIKE FLANAGAN

Al posto dell’osceno “il riflesso del male”, “beato colui che non si aspetta nulla perché non sarà mai deluso” avrebbe dovuto essere il sottotitolo italiano di Oculus, film del 2013 di Mike Flanagan. Infatti, insipido il titolo, spiccia la trama e sconosciuto il regista, la sua visione si prospettava tutt’altro che memorabile: dopo pochi minuti,…


Kuso di Flying Lotus: un calderone di disagio surreale

L’elezione di Trump, come ogni catastrofe socio-politica, ha dato modo agli artisti americani (e non) di sfogare la propria frustrazione. Il musicista Flying Lotus prende in mano la videocamera e immagina un mondo post-apocalittico in cui il conservatorismo, rappresentato dal malvagio Re del Sottosuolo, distrugge sia i corpi che le menti degli abitanti del pianeta Terra. Kuso si può benissimo…


“LIKE” DI GIULIO MANICARDI: INTERNET NON È AFFATTO UN “DONO DI DIO”…

Il serial killer, la pedofilia, e il Web. Nella nostra epoca, e pertanto nel nostro immaginario, essi sono rispettivamente: il mostro per antonomasia, la perversione per antonomasia, e il delirio della tecnica per antonomasia. In particolare quest’ultimo, il Web, sintetizza qualcosa di tutti e tre le realtà: esso è il rassicurante ventre virtuale dove liberarsi…


“PILGRIMAGE”: UN ANOMALO “FANTASY” TRA CRISTIANESIMO E ANTICLERICALISMO

Bello, come l’incontro fortuito su di un tavolo operatorio de Il Signore degli Anelli con Magnificat di Pupi Avati: così è Pilgrimage, avvincente e perduta epopea di una riluttante Compagnia della Reliquia, nella selvaggia Irlanda del Duecento. Un mondo dove nulla è sicuro; compreso quella Fede cristiana, che tanto profondamente sembra permearne i protagonisti.   PILGRIMAGE…


MINDHUNTER – La serie “di” Fincher è davvero un capolavoro?

“Hemingway una volta ha scritto: «Il mondo è un bel posto e vale la pena di lottare per esso.» Condivido la seconda parte” Con questa frase, pronunicata fuori campo dal detective William Somersert, si chiudeva Seven, un thriller innovativo e moderno con il quale il giovane Fincher, negli anni ’90, è riuscito a rivitalizzare un…