Da una parte uno dei registi più influenti, cool e importanti del momento (e probabilmente della Storia degli anni che stiamo ora vivendo) che riprende le ispirazioni della sua meravigliosa trilogia di inizio carriera, quella dei Pusher, per raccontare storie di droga, violenza e sangue all’interno però di una serie (e pure con i samurai di mezzo); dall’altra uno degli attori più interessanti, promettenti e talentuosi del momento, che ha già dimostrato di potersi districare tra personaggi dolci, romantici, sgraziati, violenti e ambigui.

Ebbene sì, Miles Teller sarà il protagonista di Too Old to Die Young, la nuova serie Amazon diretta da Nicolas Winding Refn. Il sodalizio ci ricorda inevitabilmente quello tra il danese e Ryan Gosling, attore splendido che nei due film di Refn (Drive e Solo Dio perdona) veniva demolito, abusato e poi ricostruito dalla crudele e beffarda macchina da presa, trasformando quel corpo così significativo in qualcosa di nuovo, di mutato e di incredibilmente inafferrabile. Miles si è già fatto annientare dalla macchina da presa di Chazelle, ma con Refn chi può dire cosa accadrà? L’unica cosa certa è che questo duo forse non lo immaginavamo, ma adesso tutti quanti non vediamo l’ora di vederli all’opera insieme. E di vedere cosa combinerà Nicolas su quel volto, così carino e simpatico, ma solcato anche da cicatrici che lasciano trapelare dagli occhietti marroni una consapevolezza diversa.

Come dicono i giovani, hype alle stelle.

 

Arturo Caciotti