Michele Soavi, che proveniva dall’esperienza come regista di Deliria del 1987 (una produzione modesta di circa 600 milioni di lire), grazie alla D.A.C film e ai suoi partner ebbe la possibilità di avvalersi di un budget che superava il miliardo di lire per dirigere LA CHIESA. Anche Soavi si avvalse dei consolidati professionisti tanto cari ad Argento: Sergio Stivaletti per gli effetti speciali e i Goblin di Claudio Simonetti per la colonna sonora. Il lancio pubblicitario sia in Italia che all’estero cavalcò il successo di Dèmoni, inizialmente infatti sarebbe dovuto esserne un seguito diretto da Lamberto Bava. La storia è quella di un massacro avvenuto in tempi medievali che si ripercuote anche ai giorni nostri: il bibliotecario Ewald dovrà fronteggiare le angherie perpetrate dalla chiesa centinaia di anni prima, dimostrazione di come certi orrori non verranno mai cancellati. La chiesa diede degli ottimi risultati sia in Italia, dove si posizionò al 37° posto del box office, sia negli USA e in Giappone. Questi riportati sono degli esempi ma anche delle particolarità che dimostrano l’evoluzione dal punto di vista industriale del filone in analisi. Il cinema di genere passò quindi dalla fase embrionale degli anni ’60, costituita da produzioni improvvisate o poco imponenti, girate in fretta con una postproduzione quasi inesistente e budget limitatissimi, a case di produzione specializzate proprio in quel genere che investono soprattutto su effetti visivi e sonori ma anche sul lancio pubblicitario ormai divenuto fondamentale. La chiesa è uno degli ultimi grandi esempi dell’horror all’italiana che ci rese famosi in tutto il mondo, così come Michele Soavi ne è uno degli ultimi talentuosi rappresentanti. Con un’estetica che si ispira a Hieronymus Bosch e un ritmo che vi terrà incollati allo schermo, “La Chiesa” di Michele Soavi è la degna conclusione dell’ultimo sacro decennio del Cinema di genere all’italiana, un cult davvero imperdibile. E per i fan del film CG Entertainment ha iniziato una campagna di crowdfunding per una ricchissima edizione limitata (e autografata) che conterrà:

  • Un artwork realizzato dal collettivo Malleus
  • DVD e Blu-ray con un nuovo master HD
  • Bonus inediti
  • Libro di 120 pagine “La chiesa – l’apocalisse dei demoni”
  • 1 card da collezione
  • Il vostro nome, qualora decidiate di pre-ordinare la vostra copia per finanziare la start-up.

Cari feticisti dell’home video, è ora di aprire il portafogli: https://www.cgentertainment.it/film-dvd/la-chiesa/f3151/