In arrivo nuove produzioni per i 50 anni di carriera di Go Nagai: dopo il film Mazinger Z Infinity, uscito al cinema quest’autunno, e l’attesa serie Devilman Crybaby, in arrivo su Netflix, tocca anche a Cutie Honey tornare in gioco!

Cutie Honey è originariamente un manga scritto e disegnato da Nagai nel 1973, l’anno successivo a quello in cui uscirono Devilman e Mazinga Z. Protagonista del manga è la bionda Honey Kisaragi, ragazza androide capace di assumere diverse identità per lottare contro i suoi nemici, l’associazione criminale Panther Claw. Tra queste identità, la principale è l’eponima Cutie Honey, la spadaccina dai capelli rossi. Il manga era piuttosto scandaloso per l’epoca, presentando un’eroina decisamente maliziosa e numerose scene di nudo, oltre alle consuete dosi di “ultraviolenza”… Una sorta di combattivo “love power” in salsa nagaiana, che ebbe anche una serie animata, la quale fu interrotta anzitempo per le polemiche legate alle troppe scene ritenute scabrose e violente.

Nonostante l’esordio non facile, Cutie Honey è a tutti gli effetti uno dei franchise maggiori del Maestro, e nel corso degli anni non ha mai finito di produrre rifacimenti di ogni genere. Alcuni lo annoverano nel genere maho shojo o majokko, il filone delle “maghette” incentrato su ragazze dotate di poteri magici di vario genere: filone in cui rientrano serie come Cybernella, Sally la maga, Lulù l’angelo tra i fiori, Bia la sfida della magia e tante altre giunte anche da noi. Ma per quanto faccia un po’ il verso a queste serie, Cutie Honey è qualcosa di differente. L’eroina di Nagai, il cui anime – diversamente dalle serie appena citate – in Italia non venne mai trasmesso, rappresentava piuttosto l’incontro fra supereroismo (i tokusatsu alla Ultraman) ed erotismo vero e proprio… anticipando piuttosto, almeno per quanto concerne la parte supereroistica, elementi di serie più recenti come Sailormoon di Naoko Takeuchi (il cui manga è stato pubblicato fra 1991 e 1997).

 

Venendo a noi, durante questo 2018 uscirà Cutie Honey Universe, serie che rilancerà la combattente dell’amore. Il nuovo anime, prodotto dalla Dynamic Planning di Nagai, sarà realizzato dallo studio Production Reed (ex Ashi, noto per Baldios, Minki Momo, Dancouga). La regia è affidata a Akitoshi Yokoyama (Photo Kano), su sceneggiature supervisionate da Natsuko Takahashi (Urahara, Yuyushiki); mentre il character design e la direzione dell’animazione sono affidati a Syuichi Iseki, che ha lavorato alle più recenti produzioni di Gainax e Studio Khara.
Insomma, grossi nomi che fanno pensare a un prodotto di livello. La pagina ufficiale del progetto ha rilasciato il primo teaser dell’opera… buona visione.

 

Alessandro Bruzzone