Tag: in sala

IN SALA: “UNA QUESTIONE PRIVATA” di PAOLO e VITTORIO TAVIANI

La guerra è nebbia, la guerra è inverno. La vita è sole, la vita è primavera. Parte da questo semplice ma potente binomio ambientale (ma anche narrativo) il nuovo film di questi due pilastri del cinema italiano, che proprio come Olmi un paio d’anni fa, nonostante l’età (uno è del ’31 e l’altro del ’29),…


IN SALA: “IT” DI ANDRES MUSCHIETTI

I clown, persone che di professione si truccano per far divertire la gente, in particolare i bambini, possono essere tremendamente spaventosi. Non serve star qui ancora una volta a raccontare le cruente biografie dei più noti interpreti del XIX secolo, nemmeno a citare i sanguinosi risvolti nei quali incappano di continuo in altri grandi racconti entrati…


IN SALA: “BLADE RUNNER 2049”, DI DENIS VILLENEUVE

Togliamoci subito il dente: era necessario un sequel di Blade Runner? Assolutamente no. Ma c’è da farsi anche un’altra domanda: è indispensabile indignarsi a prescindere, ogni maledetta volta che viene annunciata l’ennesima ri-edizione di un classico? Forse abbiamo tutti cose più importanti da fare, e da dire. La cosa interessante è invece discuterne, e cercare…


IN SALA: “MADRE!”, DI DARREN ARONOFSKY

Una casa isolata da tutto e da tutti, un poeta, e la sua bellissima mogliettina. La pace, la tranquillità, i tempi e gli spazi per scrivere, tutti gli aspetti potenzialmente incorraggianti di un soggiorno lontano dalla civiltà sono distorti e deformati davanti ai nostri occhi già a partire dall’incipit di Mother!. Le pareti, i mobili,…


IN SALA: “BABY DRIVER” DI EDGAR WRIGHT

Siete in auto, in città. Magari è la coda di una calda giornata estiva che presto – si spera, ma poi non succede mai – svolterà in una serata magari un po’ più fresca. Sensi unici, semafori rossi, zone a traffico limitato vi incanalano nel grigiume urbano, l’aria viziata dell’abitacolo diventa sempre più insostenibile e…


IN SALA: “DUNKIRK”, DI CRISTOPHER NOLAN

Esistono film di guerra ed esistono film sulla guerra. Esistono cioè film che scendono alle radici del conflitto umano, e che si interrogano su cosa abbia portato gli uomini a fronteggiarsi e ad uccidersi: Orizzonti di gloria, Va’ e vedi, Apocalypse Now, Full Metal Jacket, La sottile linea rossa, No Man’s Land… E poi ci…


IN SALA: “MONOLITH” DI IVAN SILVESTRINI

Qualcosa si muove. Lo ripetiamo da un po’, qualcosa in Italia si sta muovendo. Il cinema, e in particolare quello di genere, sta faticosamente riemergendo dalle macerie della gloria che fu sino ai primi ’80. Qualche titolo? Smetto quando voglio, Song’e Napule, Anime nere, Non essere cattivo, Liberami, Veloce come il vento, Lo chiamavano Jeeg…


IN SALA: “CIVILTA’ PERDUTA”, DI JAMES GRAY

L’essere umano è uno strano animale: non si accontenta passivamente di vivere secondo istinto, riprodursi e sopravvivere, l’essere umano coltiva una peculiare propensione per portare il sé al di là della sua oggettiva essenza, della propria materiale concezione. L’uomo è esploratore, perché ha sete di conoscenza e prova un brivido passionale e persino pericoloso nella…


IN SALA: “LADY MACBETH” DI WILLIAM OLDROYD

Se c’è qualcosa che può sconvolgerci la vita e la visione della stessa, con una forza dirompente ed incontrollabile, è l’azione di una donna che vuole una cosa a tutti i costi. Siamo anche in un periodo storico-sociale in cui la vendetta e la violenza da parte femminile è stato ampiamente sdoganata, ma è anche…


IN SALA: “I FIGLI DELLA NOTTE” DI ANDREA DE SICA

Nell’aria fredda dell’alta montagna, tra i picchi innevati, sorge un prestigioso collegio concepito per ospitare i rampolli di famiglie importanti che hanno bisogno di un raddrizzata. Vicino al collegio c’è un bosco, e nel profondo del bosco c’è una casetta di legno decorata con lucine rosse a forma di cuore, dove puoi bere e godere…