Tag: recensione

CHAOS REIGNS: la monografia di Lars Von Trier (ft. Federico Frusciante)

Ormai lo sappiamo, Lars Von Trier sta lavorando al suo nuovo film, “The house that Jack Built” con protagonisti Uma Thurman e Matt Dillon, ispirato dalla storia di Jack lo squartatore e che verrà presentato al Festival di Cannes 2018. Nell’attesa spasmodica per questo nuovo film non ci resta altro che ripassare la carriera del regista danese, una carriera costellata…


IT COMES AT NIGHT – l’ancestrale repulsione per l’ignoto

La paura per l’ignoto, la diffidenza verso ciò che è diverso ed estraneo, l’istinto di autoconservazione che va oltre qualunque convenzione morale: questi tre elementi così radicati nell’animo umano, se ben mescolati, garantiscono la buona riuscita di un film horror, come i maestri del genere – Carpenter e Romero su tutti – hanno ampiamente dimostrato…


The best of Shinya Tsukamoto

Shin’ya Tsukamoto nasce a Tokyo nel 1960, a soli 14 anni riceve in regalo una videocamera Super 8, strumento che gli cambierà per sempre la vita. Si diplomerà all’accademia d’arte di Tokyo e tra il 1986 e il 1987, con la sua fedele Super 8, dirigerà i suoi primi due mediometraggi (“A Phantom of Regular…


The Devil’s Candy: il diavolo tra horror e musica metal

Nel 2010 il regista australiano Sean Byrne ci aveva deliziato con il suo esordio The Loved Ones, che aveva accolto favore di critica e pubblico. Sette anni dopo arriva in Italia, grazie a Midnight Factory, il suo secondo lungometraggio, The Devil’s Candy, dal oggi 7 settembre nelle nostre sale. Jesse Hellman (un Ethan Embry dall’aspetto…


Shock ai festival: RAW e il body horror contemporaneo (Recensione)

E’ da ormai quasi un anno che Raw gira nei vari festival, dopo aver shockato Cannes approda al Toronto International Film Festival dove, durante la proiezione, si è dovuto ricorrere ai paramedici per alcuni spettatori svenuti durante la visione. Il film di Julia Ducournau è un cannibal movie contemporaneo con molte influenze di quel body horror che…


I quadri di Barry Lyndon – Il senso di Kubrick per l’arte

Per quanto sia ridicolo parlare di “miglior film” di Stanley Kubrick, Barry Lyndon (1975) mette a dura prova questo discorso. Strano a dirsi, perché sicuramente quando si pensa al regista vengono in mente altri titoli (Arancia meccanica e 2001: Odissea nello spazio in primis). Di Barry Lyndon, invece, non si è mai parlato molto, colpa…


Bojack Horseman – Season 3 – Analisi e riassunto (di un capolavoro)

Quando definiamo capolavoro un’intera stagione di una serie TV o di una serie animata – e cerchiamo di farlo per mezzo di un’analisi obiettiva, senza lasciarsi trascinare dall’entusiasmo – lo facciamo sia perchè constatiamo che ogni sua componente – scrittura, regia, recitazione, montaggio etc. – è di livello elevatissimo, sia perchè ciascun episodio da cui…


28 giorni dopo – L’horror politico di Danny Boyle

Danny Boyle aveva abituato talmente bene il pubblico e la critica anni ’90 dirigendo magistralmente opere del calibro di Piccoli omicidi tra amici (1994) e quel cult eterno che è Trainspotting (1996), che rimasero fortemente delusi dai due progetti successivi Una vita esagerata (1997) e The beach (2000), due film vuoti ed effimeri dove lo stile del…


City of God – La vita nella Città di Dio

Il regista brasiliano Fernando Meirelles ci accompagna nel viaggio all’interno della Cidade De Deus, una delle moltissime favelas che sorgono e si sviluppano all’interno della periferia della scintillante e sfarzosa capitale Rio De Janeiro, raccontandoci con un taglio fortemente documentaristico la difficile vita a cui sono condannati gli abitanti di questi luoghi, lo fa attraverso…


South Park – Season 20 – La fine della serializzazione per come la conosciamo?

Abbiamo ancora bisogno di South Park? La domanda può sembrare provocatoria e polemica, ma in realtà sorge da una genuina riflessione sulle possibilità di una serie che nelle ultime due stagioni ha puntato quasi esclusivamente sulla satira politica. L’elezione di Donald Trump a presidente degli Stati Uniti d’America ha segnato, in qualche modo, anche il…