Tag: recensione

MINDHUNTER – La serie “di” Fincher è davvero un capolavoro?

“Hemingway una volta ha scritto: «Il mondo è un bel posto e vale la pena di lottare per esso.» Condivido la seconda parte” Con questa frase, pronunicata fuori campo dal detective William Somersert, si chiudeva Seven, un thriller innovativo e moderno con il quale il giovane Fincher, negli anni ’90, è riuscito a rivitalizzare un…


L’epoca dei film senza palle

Una breve riflessione sui film di punta usciti in sala negli ultimi 2-3 mesi. Tutte opere sicuramente piacevoli, ma dov’è finito il coraggio dei registi? (video on-line alle 14.30 del 10/11/2017).


Il gioco di Gerald (Mike Flanagan, 2017): Le manette della psiche

Possiamo dire senza dubbio che questo 2017 sia l’anno della ribalta di sua maestà Stephen King che ha visto alcuni dei suoi migliori lavori trasformarsi in pellicola, come il fortunatissimo remake di IT che, da alcuni, viene etichettato come capolavoro, il deludentissimo La torre nera (2017) e la discutibile serie The Mist. Proprio a causa di questi tre, in…


A Ghost Story, di David Lowery – La religione del ricordo di fronte al mutamento incessante del cosmo

C (interpretato da Casey Affleck) è un musicista in difficoltà che vive con la moglie M (Rooney Mara) in una casa nel verde sobborgo di Dallas, in Texas. La coppia non naviga in buone acque, dal momento che M vorrebbe traslocare, mentre C si sente estrememante legato alla casa e ai ricordi che evoca e,…


[TRA CINEMA E PITTURA] “The last family”: Jan P. Matuszynski incontra Zdzisław Beksiński.

“Tra Cinema e Pittura” si pone l’obiettivo di dare ai lettori un contenuto che possa stimolare sul piano cinematografico e storico-artistico, analizzando sotto questi due punti di vista delle corrispondenze presenti in scene, sequenze o inquadrature di pellicole le quali si sono ispirate, visivamente o concettualmente, ad opere pittoriche, in aggiunta ad intere pellicole dedicate agli…


BOJACK HORSEMAN – Season 4 – Analisi e riassunto (di un altro capolavoro)

Il finale della terza stagione ci aveva lasciati con l’immagine di Bojack che, fuggendo da Los Angeles in preda al più profondo sconforto e roso dal senso di colpa per la morte di Sarah-Lynn, sfreccia in autostrada nel tentantivo di uccidersi, finchè qualcosa cattura la sua attenzione. Ferma l’auto e osserva un gruppo di cavalli…


CHAOS REIGNS: la monografia di Lars Von Trier (ft. Federico Frusciante)

Ormai lo sappiamo, Lars Von Trier sta lavorando al suo nuovo film, “The house that Jack Built” con protagonisti Uma Thurman e Matt Dillon, ispirato dalla storia di Jack lo squartatore e che verrà presentato al Festival di Cannes 2018. Nell’attesa spasmodica per questo nuovo film non ci resta altro che ripassare la carriera del regista danese, una carriera costellata…


IT COMES AT NIGHT – l’ancestrale repulsione per l’ignoto

La paura per l’ignoto, la diffidenza verso ciò che è diverso ed estraneo, l’istinto di autoconservazione che va oltre qualunque convenzione morale: questi tre elementi così radicati nell’animo umano, se ben mescolati, garantiscono la buona riuscita di un film horror, come i maestri del genere – Carpenter e Romero su tutti – hanno ampiamente dimostrato…


The best of Shinya Tsukamoto

Shin’ya Tsukamoto nasce a Tokyo nel 1960, a soli 14 anni riceve in regalo una videocamera Super 8, strumento che gli cambierà per sempre la vita. Si diplomerà all’accademia d’arte di Tokyo e tra il 1986 e il 1987, con la sua fedele Super 8, dirigerà i suoi primi due mediometraggi (“A Phantom of Regular…


The Devil’s Candy: il diavolo tra horror e musica metal

Nel 2010 il regista australiano Sean Byrne ci aveva deliziato con il suo esordio The Loved Ones, che aveva accolto favore di critica e pubblico. Sette anni dopo arriva in Italia, grazie a Midnight Factory, il suo secondo lungometraggio, The Devil’s Candy, dal oggi 7 settembre nelle nostre sale. Jesse Hellman (un Ethan Embry dall’aspetto…